trustpilot Servizio bellissimo
Ottimo servizio per quanto riguarda l'informazione...
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

Diagnosticare la carenza di ferro in gravidanza sarà più facile

Un team dell’Ospedale St. Michael ha sviluppato uno strumento per diagnosticare le carenze di ferro in gravidanza. Al suo interno ci sono analisi clinica e risorse per i medici, che dovrebbero rendere più facile l’individuazione di eventuali carenze. I ricercatori hanno confrontato la precisione e il numero dei test fatti con e senza lo strumento.

I test tradizionali si limitano a misurare i livelli di ferritina nel sangue, una proteina contenente il ferro. In questo modo i medici riescono a stimare quali sono i livelli di ferro nell’organismo e, se serve, possono prescrivere degli integratori.

Se non trattata, la carenza di ferro in gravidanza ha effetti negativi sulla salute di madre e figlio. Alla lunga può causare anemia, parto pretermine, peso ridotto alla nascita, problemi nello sviluppo del bambino. Ecco perché è importante individuarla il prima possibile e in modo chiaro. Purtroppo non tutte le future mamme lo sanno.

Lo strumento sviluppato dagli autori dello studio fornisce una guida e supporto alle donne in attesa. Si stima che a un anno dalla sua implementazione, abbia aumentato di quasi 10 volte il numero di test effettuati presso l’ospedale. Il numero maggiore di test ha ridotto il rischio di anemia nelle donne incinte, con effetti benefici per la salute di future mamme e bambini. L’anemia riduce infatti l’apporto di ossigeno agli organi della donne e del feto, mettendone a rischio il corretto sviluppo.

Fonte: stmichaelshospital.com