trustpilot Servizio bellissimo
Ottimo servizio per quanto riguarda l'informazione...
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

Un’analisi genomica getta nuova luce sulle malattie mentali

Ci sono malattie genetiche causate dalla mutazione di un singolo gene. I disturbi neuropsichiatrici, invece, coinvolgono centinaia di geni. A questi geni si sommano i fattori ambienti e alcuni elementi nascosti nel genoma, che paiono regolare l’espressione genica. Tutto questo rende la diagnosi e il trattamento di schizofrenia e altre malattie ancora più complesso. Per questo motivo è nato il PsychENCODE Consortium, che studia il collegamento tra le associazioni di geni e i cambiamenti nelle loro funzioni.

La ricerca del consorzio è ad oggi l’analisi genomica sul cervello umano più completa mai fatta. I ricercatori sono entrati all’interno dei meccanismi molecolari, concentrandosi su quelli collegati alle malattie neuropsichiatriche. I risultati non hanno svelato tutto delle malattie analizzate, ma hanno rivelato geni e percorsi e tipi di cellule ad esse collegate. Potrebbe quindi dare un grosso stimolo all’elaborazione di nuove terapie.

Il progetto va avanti dal 2015 e fino a oggi ha analizzato 2100 campioni cerebrali, tutti provenienti da persone con malattie psichiatriche. I ricercatori hanno analizzato DNA, RNA e proteine, alla ricerca di chiarimenti sull’architettura del cervello. Inoltre hanno analizzato le sequenze di RNA provenienti da 1600 individui adulti con autismo, schizofrenia, disordine bipolare o nessuna di queste malattie. In questo modo hanno identificato migliaia di molecole di RNA con un partner ricorrente.

Tra i diversi studi condotti all’interno del progetto, ce n’è uno legato alla diagnosi di queste malattie. Gli scienziati hanno creato un algoritmo che analizza il genoma e l’espressione genica di una persona. A partire da questi dati, predice il rischio di sviluppare una malattia psichiatrica e permette di intervenire subito.

Fonte: the-scientist.com