trustpilot Servizio bellissimo
Ottimo servizio per quanto riguarda l'informazione...
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

Anche gli uomini hanno l’orologio biologico

Siamo abituati a parlare dell’orologio biologico femminile, quando affrontiamo l’argomento fertilità. Eppure, l’età paterna potrebbe essere altrettanto importante secondo uno studio capitanato dalla dottoressa Gloria Bachman.

Il team della dottoressa ha esaminato i dati di oltre 40 anni di ricerche sulla fertilità maschile. Da quanto è emerso, gli uomini dovrebbero considerare di avere figli o congelare il proprio sperma entro i 35 anni. Invecchiando possono comunque avere figli, ma c’è un calo della fertilità e aumenta il rischio di trasmettere difetti genetici. Infatti il testosterone diminuisce con l’età e questo influisce sulla quantità e la qualità degli spermatozoi.

L’età media degli aspiranti genitori è in aumento: negli ultimi anni, c’è stato un 10% in più di uomini che hanno avuto figli dopo i 40 anni. Per quanto sottovalutato, questo è un problema che intacca la salute dei nuovi nati in tanti modi. Secondo alcuni studi, potrebbe addirittura aumentare il rischio di tumori, malattie psichiatriche e disordini cognitivi.

Gli autori dello studio raccomandano agli uomini over 35 di trattare la fertilità come le coetanee donne. Se prevedono di avere figli molto avanti nella vita, sarebbe meglio che conservassero lo sperma con qualche anno di anticipo. Altrimenti, si accertino di eseguire dei test prenatali per verificare la salute del feto.

Fonte: thenational.ae