trustpilot Servizio bellissimo
Ottimo servizio per quanto riguarda l'informazione...
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

L’altezza è una questione di (tanti) geni

L’altezza è ereditaria, in buona parte. Studi su gemelli e famiglie hanno dimostrato che i nostri centimetri dipendono per l’80% dai geni. Quali geni, però? Questo è ancora poco chiaro e per una buona ragione, a quanto pare: i fattori genetici responsabili potrebbero essere decine o più.

Le ricerche hanno individuato centinaia di varianti genetiche che potrebbero essere collegate all’altezza. C’è un problema: ciascun gene influenza questo tratto solo in minima parte. Ciò significa che l’altezza di un individuo non dipende da uno o due geni, ma dal lavoro coordinato di centinaia di varianti genetiche. Rimane una questione in sospeso: l’insieme delle varianti non riesce comunque a spiegare i dati rilevati negli studi familiari.

Il fenomeno si chiama “ereditarietà mancante” ed è rilevante soprattutto nella ricerca sulle malattie genetiche. Secondo alcuni genetisti, è possibile che la nostra comprensione sui geni sia in parte fallata. Insomma, ci starebbe sfuggendo qualcosa. Ecco perché uno studio del King's College di Londra ha approfondito la questione.

Secondo lo studio, i pezzi che rientrano nell’ereditarietà mancante sono rilevabili in varianti genetiche rare. Gran parte degli studi si basano infatti sulle 500.000 varianti genetiche comuni, rilevate dal sequenziamento di qualche centinaio di persone. Da una parte questi enormi database semplificano la ricerca; dall’altra, potrebbero averci spinto a trascurare alcune varianti un po’ più nascoste.

Per lo studio in questione, i ricercatori hanno sequenziato l’intero genoma di 21.620 persone. Ciò ha permesso loro di rilevare anche le varianti meno comuni, alcune delle quali legate anch’esse all’altezza. Un risultato in parte rassicurante per la genetica, che però dimostra quanto è complessa la questione.

Fonte: lescienze.it