trustpilot Servizio bellissimo
Ottimo servizio per quanto riguarda l'informazione...
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

Prove di editing genetico sugli spermatozoi negli USA

I ricercatori dell’Università di Harvard stanno cercando di modificare il DNA di alcuni spermatozoi. Il loro obiettivo sarà un gene collegato all’Alzheimer, così da ridurre il rischio che un eventuale embrione erediti la predisposizione alla malattia. Embrione destinato a non esistere, dato che l’esperimento si fermerà ai gameti, almeno per il momento.

Il gene al centro dell’esperimento è ApoE. Le persone che ne ereditano due copie hanno il 60% in più di probabilità di sviluppare l’Alzheimer. Il team ha quindi deciso di tagliare il rischio alla radice. Gli scienziati modificheranno le singole basi azotate, senza tagliare la doppia elica. Se ApoE è davvero tra le cause della malattia, questo dovrebbe ridurre il rischio di svilupparla.

Per il momento l’esperimento di fermerà agli spermatozoi: niente embrioni in previsione. Si tratta di una ricerca di base, volta a verificare la fattibilità della cosa e a individuare eventuali rischi. Ciononostante, le polemiche stanno già fioccando, specie in seguito alla notizia delle gemelline cinese. Questo esperimento è il principio di un mondo di bambini OGM?

La questione è complessa. Di sicuro l’editing genetico ha tutto il potenziale per eliminare malattie terribili alla radice. Potrebbe far sparire la fibrosi cistica e altre malattie genetiche, ridurre il rischio di tumore. D’altra parte, qualsiasi mutazione fatta sui gameti si ripercuoterà sulle generazioni future. Ecco perché esperimenti del genere richiedono attenzione e ancora molti anni di ricerca.

Fonte: focus.it