trustpilot Servizio bellissimo
Ottimo servizio per quanto riguarda l'informazione...
logomysorgente

02.3670.5871

Aurora magazine

L'alcool in gravidanza altera i tratti somatici del bambino

Secondo uno studio belga-australiano, basta pochissimo alcool in gravidanza per alterare i tratti somatici del bambino. Il team ha scoperto che un'esposizione anche minima influenza lo sviluppo di naso, guance e occhi. Questa è un'ulteriore prova di come l'alcool in gravidanza sia del tutto da evitare.

La ricerca è stata condotta dagli studiosi del Murdoch Children's Research Institute su oltre 400 donne incinte. I ricercatori hanno analizzato le abitudine materne e mappato i tratti somatici nei bambini. Le osservazioni sono andate avanti anche dopo la nascita dei bambini, per circa 1 anno.

Uno studio dei CDC statunitensi del 2015 ha mostrato che 1 donna su 10 consuma alcolici durante la gestazione. Questo nonostante si sappia che l'eccesso di alcool in gravidanza può causare deficit fisici e psichici nel bambino. Alcuni di questi problemi causano un peso alla nascita troppo basso, problemi nell'apprendimento, problemi di udito e vista.

La ricerca belga-australiana fa parte dell'AQUA Study, che ha coinvolto oltre 1.600 donne per comprendere le conseguenze dell'alcool in gravidanza. Lo studio ha analizzato come i diversi livelli di alcool prenatale influenzino i tratti somatici. Gli scienziati hanno dato alle madri dei questionari sul consumo di alcool nei 3 mesi precedenti al concepimento e durante il primo trimestre. A un anno dal parto, hanno usato una tecnica di analisi facciale 3-D per mappare i visi di 415 bambini.

I ricercatori hanno etichettato come "basso consumo" meno di 20 grammi di alcool a volta e meno di 70 a settimana. Hanno considerato "consumo moderato" 21-49 grammi a volta e meno di 70 a settimana. Hanno invece etichettato come "consumo elevato" più di 50 grammi a volta.

Secondo i dati raccolti, basta un consumo moderato di alcool per influenzare i tratti somatici del bambino. Le conseguenze più rilevanti si hanno con il consumo durante il primo trimestre. Le anomalie sono invisibili ad occhio nudo, ma comunque presenti e misurabili. Si concentrano soprattutto intorno a naso, labbra e occhi. Durante la gravidanza è dunque sconsigliato il consumo di alcool. Al contrario è importante sottoporsi ad esami di screening prenatale che rilevano la presenza di eventuali anomalie cromosomiche nel feto.

Fonte: medicalnewstoday.com